Come va la nuova Mercedes Classe A? Il test – prova su strada

Precedente1 of 7Successiva
Usa ← → per scorrere le pagine del post

Giornate di test drive queste, due giorni dopo la nuova BMW Serie 3 Touring, Carpassion.it ha provato su strada la nuova Mercedes Classe A. Nuova è probabilmente riduttivo, rivoluzionata le si addice di più. Ma cominciamo dall’inizio. Luogo della prova le strade che vanno da Ravenna a Imola, da Imola a Forlì e da Forlì a Cesena. Modelli testati: A 200 CDI Sport e A180 Executive. Occasione del test è stato il “Classe A Blog Tour” organizzato dal gruppo di concessionarie De Stefani di Ravenna, Imola, Forlì e Cesena insieme a Mercedes-Benz in occasione della serata di presentazione nazionale della nuova Mercedes. Venerdì 14 settembre, alle 23, è stato il momento della piccola Stella. E’ stato il momento di Skin alla A-StarNight in centro a Milano e dell’unveiling ufficiale della Classe A in tutti i maggiori concessionari della Penisola. Noi l’abbiamo provata per voi nel pomeriggio. Vi rinnovo la mia richiesta di lasciare feedback e commentare per aiutarmi a capire se apprezzate il mio operato e vi ricordo che alla fine dell’articolo trovate anche questa volta la sezione “le chicche”.

 

___COM’È ESTETICAMENTE?

Parlavamo di rivoluzione. E’ questa la parola che più si addice alla nuova Mercedes Classe A. Avete presente le due generazioni precedenti, quelle piccole monovolume indirizzate al pubblico femminile (e da esso molto apprezzate)? Ecco, dimenticatele. Da oggi il folto segmento C si arricchisce di una nuova hatchback e di un nuovo marchio, Mercedes non aveva un modello di questo tipo. Le prime ad essere avvertite sono ovviamente le concorrenti classiche BMW con la sua Serie 1 e Audi con la sua A3 appena rinnovata, ma non dimentichiamo Volkswagen Golf, Alfa Romeo Giulietta, Opel Astra e Ford Focus, anche se queste ultime sono leggermente più grandi e spaziose. Perché scomodare tutte queste vetture? Perché la nuova Classe A è esteticamente bellissima (in certi allestimenti è facile dire “la più bella della categoria”), nasce da un progetto tutto nuovo e non è certo arrivata per fare la comparsa. Non ha lo stesso numero di linee concave e convesse delle ultime BMW -anche se, diciamoci la verità, l’ultima Serie 1 lascia un po’ a desiderare in quanto ad estetica, al contrario di Serie 3, 5 e 6- ma sfoggia comunque un design molto moderno, sportivo ed “elegantemente possente”, come mi piace definire le ultime Mercedes. La rivoluzione parte dalle proporzioni del corpo vettura e principalmente dall’anteriore, cofano “lungo” e leggermente bombato-forse un poco troppo alto, ricordo il concept che sembrava un sogno-, mascherina sportiva e fanali aggressivi (vi prego prendetela con lo xeno ed i led, senza di essi sembrano molto più tozzi!), parte bassa del paraurti anteriore degna di una sportiva. Lateralmente una linea parte dai fanali anteriori e scende mentre un’altra linea parte dal passaruota anteriore, scende e poi risale per raggiungere il passaruota posteriore, creando così una particolare bombatura: è un dettaglio che mi piace molto, sotto certi giochi di luce (vedasi foto) da movimento all’auto anche se essa è ferma, la rende quasi una scultura modernaPosteriore senza particolari slanci ma sicuramente riuscito, nota di merito all’estrattore con due scarichi della versione Sport, anche qui per i fanali consigliatissimi i led.

Precedente1 of 7Successiva
Usa ← → per scorrere le pagine del post

Articoli Correlati:

About Author

Matteo Lunari

13 Comments

  1. bobbe Reply

    in alcune foto la trovo meravigliosa..in altre (soprattutto nel posteriore) mi sembra una golf ”tuningzata”, penso che dovrò vederla dal vivo per decidere definitivamente se mi piace o no..ma credo che verrò attratto maggiormente dalla semplicità e pulizia estetica della nuova A3

  2. Matilde Reply

    La mia classe a sport 180 CDI 1500cc non cammina e sembra avere problemi seri di motore grossissima bufala!!!! Se volete contattarmi non ho problemi.

    • claudio Reply

      ciao.io dovrei a breve prendere una classe a sport 180 cdi come la tua.ma davvero è cosi lenta?perchè finchè sono ancora in tempo…..grazie

    • Giuseppe pugliese Reply

      Ciao matilde io volevo prendere la 1.5 109 cvalli essendo un agente di commercio e valuta di i consumi e il costo assicurativo visto che son del sud che mi consigli ?? Attend ris grazie ……

    • Eugenio Reply

      Potresti spiegare in dettaglio cosa nn va? E’ rumoso, specialmente labturbina fischia? Grazie

  3. alessandro Reply

    Ciao, sono riuscito a vederla per la prima volta al motorshow di bologna…che dire…secondo me la più bella del suo segmento, sia come linea che come originalità.
    L’articolo che hai scritto è ottimo, forse tra i migliori rispetto ad altre testate giornalistiche più blasonate. Se posso dare un consiglio (da tecnico), la lettura su sfondo nero per contenuti cosi lunghi diventa veramente stancante :)
    Tornando alla classe A…anche io sono rimasto stupito delle prestazioni (dichiarate) del 180 benzina. Accelera più rapidamente del 200cdi e i 70Kg di peso risparmiato non giustificano tale performance. Tu che l’hai testata, avevi l’impressione che i valori dichiarati fossero effettivamente veri o sono un pò “pompati”?
    Complimenti ancora.

    • Matteo Lunari Reply

      Ciao Alessandro, non posso che ringraziarti per il commento ed i complimenti!
      Passando alla tua domanda sono costretto a risponderti con un “purtroppo”. Purtroppo essendo un road test non ho effettuato ne potuto effettuare rilievi cronometrici con i quali mi piacerebbe poterti rispondere. Per cui affidandomi alle mie sensazioni e ricordi ti dico che si, secondo me i valori possono essere abbastanza veritieri vista la grinta del motore, diciamo che nel range che va dai 9 ai 10,5 secondi dovrebbe starci. La coppia è poca, ed in effetti le riprese dalle marce lunghe erano un supplizio, però per un aspirato tutto questo è normale; non convenzionale invece il brio delle prime 2/3 marce partendo da fermo…
      Ti consiglio comunque di andarla a provare tu stesso, magari il mio è stato un esemplare fortunato e comunque i concessionari saranno ben felici di accoglierti. Se porti con te un amico con cronometro magari puoi anche effettuare un test “grezzo” dei valori reali dell’auto :)
      Se poi vorrai condividerlo con noi e con gli altri lettori sarà sicuramente un dato “reale” e possibilmente utile ed indipendente, come piace essere a noi insomma. Se ti piace il nostro blog fallo conoscere a più appassionati possibili, così potremo crescere e diventare insieme nuovi attori nel panorama che tanto ci accomuna e che tanto sta cambiando: quello dell’automobilismo.
      Colgo l’occasione anche per augurarti personalmente un ottimo nuovo anno.

      Matteo Lunari

      • gianni Reply

        Davvero un ottimo articolo, peccato solo per un piccolo errore nel tuo ultimo commento: A180 è equipaggiata con un 1600cc turbo a benzina da 122cv…non da un aspirato. ;)

  4. Federico Reply

    Ho comprato una classe A 180cdi con il 1500cc e mi trovo da dio!! L’ho scelta al posto della serie 1 F20 perchè un mio amico che la possedeva, ha riscontrato pesantissimi problemi di affidabilità, tra cui ha avuto la rottura di una turbina a nemmeno 60mila km.. Per questo ho evitato il marchio Bmw!

  5. Domenico Reply

    Si ma quel navigatore ….in quella posizione ….mma!!

  6. Giuseppe pugliese Reply

    1.5 109 cavalli nulla a togliere alla renault ma perche hanno fatto questo matrimonio secondo voi ????

  7. giuseppe Reply

    io ho una 1800 automatica , mi trovo benissimo è uno spettacolo , mi diverto tanto e i consumi sono ridotti, le prestazioni alte sono veramente entusiasta della mia auto

  8. vale Reply

    Io sto decidendo se prenderla o meno. Credo che anche per le macchine bisogna avere fortuna. Se ti capita quella sfigata di produzione… purtroppo poi si danno consigli e commenti negativi. Cmq è una gran bella signorina macchina.

Leave a Reply