Peugeot 508: Ecco come potrebbe essere il nuovo modello

Nonostante il mercato per le berline europee non premium stia diminuendo a causa dei SUV e dei crossover, Peugeot non desidera rinunciare alla sua presenza in questa categoria. Il marchio francese si prepara, quindi, a sostituire la 508, ormai sul mercato da 7 anni.

Questo render, studiato e pubblicato da CarScoops, prefigura il possibile design della 508 di seconda generazione. Lo stile potrebbe essere molto più simile a quello di una coupé a 4 porte, a differenza del modello attuale che ha una impostazione da classica sedan. La nuova 508 sarà in gran parte ispirata al concept Exalt, presentato da Peugeot nel 2014, da cui questo render riprende il profilo laterale, i finestrini privi di cornici e la scanalatura che dal posteriore arriva fino alla portiera anteriore.

Lo stile del frontale è aggressivo, con i fari caratterizzati dall’ “unghia“, che contraddistingue tutti gli ultimi modelli Peugeot, e la calandra concava che ingloba lo stemma del leone. Nella parte posteriore i fanali saranno inseriti in una fascia a tutta larghezza, con i tre elementi a LED verticali posti agli estremi come avviene già sulla 3008 e sulla 5008.

L’interno sarà molto più futuristico rispetto al modello attuale, grazie alla presenza dell’iCockpit con display digitale, con configurazione simile a quella introdotta sulla 3008. Non mancherà un display touch al centro della plancia, con infotainment di ultima generazione e Android Auto ed Apple CarPlay.

Basata sulla piattaforma EMP2, la nuova 508 sarà più leggera, più rigida e più resistente agli urti rispetto al modello attuale. Utilizzerà molti dei motori già in uso su alcuni modelli della casa francese, come i Diesel da 1.6 e 2 litri, ma non sorprenderebbe la presenza di una versione ibrida o elettrica. La nuova 508 debutterà durante il 2018 e le vendite  inizieranno nello stesso anno in Europa e probabilmente in Asia-Pacifico. Tuttavia, poiché il gruppo PSA ha intenzione di ritornare sul suolo degli Stati Uniti, non è da escludere che la berlina francese possa essere venduta anche oltre l’Atlantico.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *