F1, Conferenza GP Malesia: Sebastian Vettel ecco cosa farà nelle ultime sei gare

Il campionato mondiale di Formula 1 prosegue la corsa al titolo mondiale della stagione 2017. Dopo la settimana di pausa ritorna in pista sul bellissimo circuito di Sepang, dove domenica 1 ottobre andrà in scena il Gran Premio della Malesia. Quest’oggi alcuni piloti sono stati impegnati nella consueta conferenza stampa che precede il weekend di gara, tra questi non poteva mancare il tedesco della Ferrari Sebastian Vettel.

DICHIARAZIONI DI SEBASTIAN VETTEL

Nell’ultimo GP disputato a Singapore (vinto da Lewis Hamilton), il pilota della Ferrari ha già archiviato il brutto episodio accaduto in partenza, durante il quale Vettel, Raikkonen e Verstappen (pilota Red Bull) si sono scontrati finendo fuori gara. E’ stato un disastroso weekend per la rossa di Maranello, ma il tedesco ha voluto subito archiviare l’accaduto e pensare già alla prossima gara in Malesia. In merito all’incidente Vettel ha così risposto:

Non credo ci sia molto da valutare  della gara di Singapore. Nessuno di noi tre era contento domenica, ma ora voltiamo pagina e cerchiamo di rimediare. Credo che tutti e tre dopo la gara, quando abbiamo dovuto  confrontarci con i commissari, abbiamo capito che non si poteva fare nulla di diverso. Quando si sono spente le luci tutti abbiamo cercato di fare la nostra partenza, ma è andata a finire male per tutti noi. E’ una cosa che fa parte delle gare, non è la prima volta che mi trovo in una situazione del genere e probabilmente non sarà l’ultima”.

Al termine dell’intervista rilasciata nel post conferenza a ‘Sky Sport F1 HD’, Sebastian Vettel ha dichiarato di voler vincere le ultime sei gare rimaste alla fine del mondiale:

“Non abbiamo problemi con la macchina, io non ho fatto grossi errori. Non abbiamo concluso una gara e Hamilton ha preso molti punti, ma è andata così. Anche se non sono più in testa, l’approccio alle prossime gare non cambia. Ora voglio vincere tutte le ultime 6 gare“.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *