MotoGP, GP Motegi 2017: ecco la Conferenza Stampa di Valentino Rossi

Il Gran Premio del Giappone 2017, che si svolgerà sul circuito di Motegi, si fa sempre più vicino e le emozioni crescono. Molti piloti si ritengono pronti per affrontare la prima delle tre gare consecutive, che vedrà il campionato mondiale di MotoGP spostarsi successivamente in Australia ed in Malesia (e la finalissima a Valencia), uno di questi è Valentino Rossi.

Il nove volte campione del mondo, come ben saprete, è rientrato in pista ad Aragon solamente dopo 22 giorni dal brutto infortunio in Enduro che gli ha procurato la frattura di tibia e perone della gamba destra. In queste due settimane di pausa il veterano della Yamaha ha proseguito senza fermarsi la sua riabilitazione, allenandosi di nuovo a Misano al Ranch.

CONFERENZA STAMPA DI ROSSI

Queste a seguire sono le sue dichiarazioni rilasciate da Valentino Rossi nella consueta conferenza stampa del giovedì, che precede il weekend di gara. A lui la parola:

“Dopo il mio ritorno in MotoGP in Aragón, il lavoro e il mio recupero sono proseguiti. E’ stato bello avere altre due settimane dopo l’ultima gara per lavorare sulla mia riabilitazione, perché ora avremo tre gare di fila e sarà importante essere in una buona condizione fisica. Ho fatto tutto il possibile per essere abbastanza a posto per la gare di Motegi, perché questo è sempre un Gran Premio importante per la Yamaha. Mi piace molto questo circuito e sono contento di essere qui. Faremo tutto il possibile per ottenere il miglior risultato possibile.”

Alla domanda: “Pensi siano possibili giochi di squadra?”, Valentino Rossi ha così risposto:

“Difficile, bisognerà vedere se Yamaha, Honda e Ducati ce lo chiederanno. Dipenderà molto dalle situazioni, di solito la Yamaha lascia sempre tutto “aperto”, pensiamo ad esempio al 2010, la mia lotta con Lorenzo.”

Mentre alla seguente domanda: “Come vedi questo finale di campionato?”, il pesarese ha risposto:

“Saranno tre gare bellissime, tre piste dove c’è una bella atmosfera, dovremo lavorare per essere veloci alla fine della gara e poi sarà bello vedere come andrà a finire il campionato. In lizza ci sono tre piloti, noi siamo più staccati, ma potremmo essere l’ago della bilancia insieme a Lorenzo e Pedrosa, ognuno comunque farà le sue gare.”

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *